Ford presenta le smart ebike MoDe

0 / 3852

Ford MoDe Smart ebike

Ford ha presentato al Mobile World Congress le nuove smart ebike MoDe:Me e MoDe:Pro.

(Comunicato Stampa) Ford ha annunciato, al Mobile World Congress di Barcellona, l’espansione del proprio Smart Mobility Plan, integrandolo con un nuovo esperimento di trasporto intermodale per il quale ha sviluppato i prototipi di 2 nuove ‘smart e-bike’ che comunicano con smartphone, auto e infrastrutture. L’integrazione fra auto ed e-bike potrà in futuro trasformare l’esperienza di trasporto urbana e rendere più agevoli i quotidiani spostamenti metropolitani.

Lo Smart Mobility Plan è la strategia dell’Ovale Blu per cambiare il modo in cui il mondo si muove, attraverso l’implementazione di soluzioni di ‘smart mobility’ basate su innovazione, connettività, guida autonoma e raccolta dati. Grazie allo Smart Mobility Plan, Ford svilupperà nuovi modelli di trasporto basati su forme flessibili di possesso dell’auto, sulla condivisione e sulla collaborazione sociale.

Cambiare i nostri comportamenti e il modo in cui pensiamo e collaboriamo è essenziale per assicurare la libertà di movimento delle persone e delle economie”, ha dichiarato Barb Samardzich, Chief Operating Officer di Ford Europa. “Lo Smart Mobility Plan sottolinea il nostro impegno sul fronte dell’innovazione e ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita eliminando stress e fatica rendendo più efficienti i sistemi di trasporto,  in particolare nelle realtà cittadine.

I problemi causati dalle congestioni del traffico e da tragitti quotidiani casa-lavoro troppo lunghi hanno un impatto socio-economico significativamente negativo. Secondo uno studio della Commissione Europea, il traffico urbano genera ogni anno in Europa una spesa superiore ai 100 miliardi di euro*. Uno studio condotto dall’Office of National Statistics del Regno Unito dimostra inoltre che durante i percorsi casa-lavoro, i livelli di stress sono proporzionali alla durata del tragitto, impattando negativamente sulla qualità della vita in generale.

Ford MoDeMe Smart ebike

Handle on Mobility

Il programma di sperimentazione ‘Handle on Mobility’ presentato al Mobile World Congress si basa su un’app in grado di identificare in tempo reale la modalità di trasporto più rapida, efficiente e comoda in base alle condizioni del traffico, al meteo e al tempo a disposizione. L’app pianifica il tragitto selezionando automaticamente i mezzi più idonei a percorrere i singoli segmenti del percorso. Il risultato è una mobilità più sicura, efficiente, rapida e dinamica.

Il progetto è nato con una sfida globale lanciata da Ford ai propri dipendenti in tutto il mondo, chiamati a proporre la propria idea di e-bike. Tra le 100 migliori proposte, Ford ha realizzato e presentato al Mobile World Congress le 2 risultate più adatte all’utilizzo privato e commerciale, la MoDe:Me e la MoDe:Pro.

Entrambi i prototipi sono dotati di un motore da 200 watt e di una batteria da 9Ah, in grado di assistere la pedalata fino a una velocità di 25 km/h. Le e-bike sono dotate di tecnologie derivate dal mondo delle auto, come i sensori a ultrasuoni posteriori che rilevano la presenza di auto in fase di sorpasso. In caso di avvicinamento di un veicolo alla e-bike, il guidatore viene avvisato tramite una vibrazione del manubrio, le cui luci si illuminano per evidenziare la presenza del ciclista sulla strada.

I due prototipi sono rivolti a differenti tipologie di utenti:

  • la MoDe:Me, realizzata in collaborazione con il produttore di biciclette Dahon, è destinata all’utilizzo privato e ha la caratteristica di ripiegarsi occupando uno spazio estremamente ridotto. Grazie alle dimensioni compatte, può essere comodamente trasportata nel bagagliaio, portata al seguito sui mezzi pubblici, e diventare strumento di trasporto alternativo dopo aver parcheggiato l’auto
  • la MoDe:Pro, prodotta da un team Ford, è destinata a un utilizzo commerciale, per esempio da parte di corrieri e servizi di consegna urbani. E’ anche progettata per essere alloggiata, anche in più unità, nel vano di carico di un veicolo commerciale come il Transit Connect, per trasformarsi in un veicolo di supporto alle attività e agli spostamenti delle piccole e medie imprese

Ford MoDePro Smart ebike

Entrambi i prototipi si interfacciano con l’app MoDe:Link per iPhone 6, dotata di caratteristiche innovative come:

  • feedback tattile per il navigatore: le manopole del manubrio vibrano nella direzione verso cui svoltare. Le frecce si attivano automaticamente, a vantaggio della sicurezza, mentre il navigatore dispone di una mappa che comprende informazioni sulle piste ciclabili e sugli avvisi, anche temporanei, sulla presenza di ostacoli e pericoli per i ciclisti
  • ‘smart routing’ con ottimizzazione intermodale del percorso: la pianificazione del tragitto tiene in considerazione variabili come il traffico, il meteo, e comunica con le infrastrutture del servizio pubblico e i parcheggi per identificare la modalità mista di trasporto più idonea in base al tempo di percorrenza, alle spese e tenendo in considerazione anche eventi eccezionali o imprevedibili
  • modalità ‘senza sudare’: il sistema di pedalata assistita, controllato dalla app, può essere impostato su una modalità che si adatta al battito cardiaco per evitare sforzi e giungere a destinazione senza sudare o mostrare segni di stanchezza
  • compatibilità con il sistema Ford SYNC. Quando le e-bike sono alloggiate nel bagagliaio o nel vano di carico dell’auto o del veicolo commerciale Ford, il SYNC ne mostra il livello di ricarica.

Impostando una destinazione, l’app MoDe:Link mostra le diverse combinazioni possibili per rendere più agevole il viaggio. Per esempio, può indicare il percorso in auto fino alla stazione ferroviaria o della metropolitana e mostrare al guidatore il treno da prendere.

Successivamente, guiderà l’utente per l’ultimo tratto di strada da percorrere con la e-bike.

L’app aggiorna percorso e combinazioni di mezzi di trasporto in tempo reale. Per esempio, se un treno viene cancellato, è in grado di proporre istantaneamente un’alternativa.

Esistono diversi modi di spostarsi in città, ma non sempre è facile scegliere la soluzione di trasporto o la combinazione più efficiente”, ha spiegato Ken Washington, Vice Presidente Ricerca e Ingegneria Avanzata, di Ford. “Potersi destreggiare con agilità tra auto, autobus, treno ed e-bike, adattando i propri spostamenti in tempo reale in base alle condizioni, può trasformare il modo in cui le persone si muovono nelle grandi città, sia per i cittadini che le aziende che offrono servizi come il recapito delle merci o l’assistenza medica.

Ford MoDe Smart ebike -1

Info Cycle

Al Mobile World Congress, Ford ha presentato anche il programma Info Cycle, un’iniziativa di raccolta dati basata sul protocollo open-source OpenXC grazie alla quale ogni bicicletta può trasformarsi in un centro di raccolta dei dati sul traffico e sulla circolazione urbana, allo scopo di perfezionare in tempo reale i modelli ideali di guida in città analizzando l’ecosistema dell’urban-biking per incrementare la sicurezza e l’integrazione dei ciclisti. Il box sensori installato sul telaio di una comune bicicletta comunica con lo smartphone del guidatore per inviare a un centro di elaborazione dati informazioni come velocità, accelerazione, altitudine e condizioni metereologiche.

Smart Mobility Plan

Ford ha annunciato di recente la nascita dello Smart Mobility Plan al Consumer Electronics Show di Las Vegas, rivelando i dettagli di oltre 25 esperimenti di smart mobility condotti in tutto il mondo che esplorano le opportunità offerte dalle nuove frontiere della connettività, dal ‘data-mining’ e dai modelli innovativi di condivisione dell’auto.

Ford ha inoltre lanciato la serie di sfide Innovate Mobility Challenge, con la quale invita gli sviluppatori di tutto il mondo a sviluppare soluzioni per alcune problematiche relative a specifiche aree geografiche, come la scarsa disponibilità di spazi di parcheggio nelle città o la difficoltà di spostamento per i servizi di assistenza medica nelle zone rurali.

Di recente, al CAR Symposium di Bochum, in Germania, il Presidente e Chief Executive Officer di Ford Mark Fields ha annunciato inoltre la nascita di nuovi progetti di ricerca europei che esplorano le possibilità offerte dai sistemi di guida autonoma, dal car-sharing e dalla comunicazione auto-auto e auto-infrastrutture.

L’innovazione è un elemento che in Ford caratterizza ogni ramo del proprio business e siamo aperti a nuovi modi di pensare al mondo dei trasporti, per identificare soluzioni alternative e intelligenti per permette al mondo di continuare a spostarsi liberamente”, ha aggiunto Barb Samardzich. “Il nostro impegno nel definire il futuro della mobilità va ben oltre lo sviluppo di nuovi veicoli, e si estende attraverso una ricerca condotta a livello globale e una lunga serie di progetti ed esperimenti. Grazie a questo impegno, le soluzioni per una mobilità più connessa e integrata sono sempre più vicine.

Maggiori info: www.ford.it

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *