Interrogazione parlamentare sulla potenza dei motori delle bici elettriche

0 / 4607

Interrogazione parlamentare potenza motori bici elettriche

E’ stata presentata al Senato della Repubblica un’interrogazione parlamentare rivolta al Ministero dei Trasporti, con l’ordine del giorno la possibilità di aumentare il limite legale della potenza dei motori delle bici elettriche, con l’introduzione di una nuova categoria di ebike con velocità massima di 45 km/h.

Ricordiamo che per legge il limite dei motori per le bici elettriche a pedalata assistita è 250W nominali, ma avere un motore più potente per affrontare meglio per esempio le salite più ripide aiutarebbe sicuramente, considerando inoltre che il trasporto di carichi penalizza il ciclista in queste situazioni, pensate soprattutto alle bici elettriche cargo.

La proposta fatta da alcuni senatori si andredde ad adeguare alla normativa svizzera, l’iniziativa prende in esame due aspetti:

  • una è quella di alzare il limite di potenza dei motori delle bici elettriche standard mantenendo il limite di velocità a 25 km/h.
  • l’altra, di introdurre una nuova categoria di bici elettriche nota come S-Pedelec, con motori più potenti e velocità massima di 45 km/h, questa tipologia di bici è già presente in paesi come Svizzera, Olanda, Germania e altri paesi, sono equiparate a livello giuridico a dei motorini.

Un’altro aspetto della proposta è quello di chiarire la funzione del pulsante di assistenza alla marcia presente in molte bici elettriche, che non ha ancora un’integrazione normativa, questo pulsante permette di circolare fino ad una velocità massima di 6 km/h senza pedalare, e viene usato di solito come aiuto per la partenza.

Qui di seguito il link del testo integrale dell’interrogazione.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *